TUTTE LE NOTIZIE DEL COMUNE DI CASTROVILLARI, VIA INTERNET 24h su 24h
Direttore Sindaco pro tempore
Direttore responsabile: G. Brunetti

SS. Madonna dell Castello. A termine della funzione Lo Polito sottolinea la consegna di questo Tempo PDF Stampa E-mail
venerdì 01 maggio 2020

 

Il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, questa mattina , nel consegnare anche lui, durante la messa solenne, per la celebrazione della patrona della città, nel santuario della Madonna del Castello, presieduta dal Vescovo di Cassano, monsignor Francesco Savino, la comunità e le azioni che si sostengono per il bene comune, ha ricordato, in un breve contributo, la difficoltà di questo momento che mette alla prova ciascuno sorprendendolo, però, nella propria fragilità per ciò che può sempre fare ed essere, ancora con più forza e prossimità. Nel suo dire Lo Polito ha pure precisato, con soddisfazione ed in seguito a comunicazioni ricevute, i risultati negativi sui soccorritori ed operatori sanitari che si sono prodigati, qualche giorno fa, per un malore, nella sua abitazione, l’anziano che poi era risultato positivo al tampone che rileva il contagio da covid-19. Ed ha espresso, inoltre, i suoi sentimenti verso “Chi” guarda amorevolmente e sofferente l’umanità- anche per ciò che si procura- in un modo più vero di come lo fa ciascuno di noi. “Con questa coscienza grata- ha ulteriormente dichiarato il primo cittadino a margine della funzione religiosa- dobbiamo vivere tale momento, certi che non c’è nulla che ci preclude il cammino che vogliamo e possiamo riprendere per un nuovo rapporto con le cose e le persone. Riaffrontare così tutto questo “lava” gli occhi dalla preoccupazione, dall’angoscia, e risveglia, rideterminando, l’impegno verso tutte le questioni aperte che abbiamo nella vita, le quali non possono prescindere da una partecipazione e coinvolgimento che siano consapevoli che la prima risposta deve essere al vero bisogno delle persone. Ciò è anche la grande scommessa e portata culturale che ci consegna questo Tempo della pandemia.”

 
Pros. >