TUTTE LE NOTIZIE DEL COMUNE DI CASTROVILLARI, VIA INTERNET 24h su 24h
Direttore Sindaco pro tempore
Direttore responsabile: G. Brunetti

Scambio d'auguri in Municipio. Nel segno dell'appartenenza per la crescita PDF Stampa E-mail
lunedì 24 dicembre 2018

 

Scambio d’auguri questa mattina nel Salone delle adunanze consiliari del palazzo di città di Castrovillari nel segno dell’appartenenza per la crescita e per lo sviluppo diffuso del bene comune. E’ il messaggio, in sintesi, lanciato nei contributi del Sindaco, Domenico Lo Polito, del Vice, Francesca Dorato, del presidente del Consiglio, Piero Vico, e del Segretario generale , Angelo Pellegrino, espressi nella consapevolezza di quella imprescindibile collaborazione che deve caratterizzare sempre la sinergia tra Amministrazione, Consiglio e struttura municipale, fondamentale per l’attuazione di ogni programma. Negli auguri anche il senso di gratitudine verso la struttura municipale la quale, nonostante la sua esiguità di unità (che – è stato detto- presto si rafforzerà) rispetto ai bisogni dell’esistente, cerca di profondere il proprio impegno perché i servizi possano incontrare le esigenze dei cittadini , a cui danno il loro significativo contributo anche gli Lsu ed Lpu per i quali -è stato affermato- c’è la responsabilità dell’Amministrazione a risolvere tale status di precarietà. Al momento, con i dirigenti ed i dipendenti municipali, i consiglieri Ferdinando Laghi, Peppe Santagada, Sara Astorino, Giuseppe Oliva, Antonio Notaro, Nino La Falce, Carlo Lo Prete, Era Rocco, l’Assessore Giuseppe Russo ed i presidenti delle partecipate Pollino Gestione Impianti e Gas Pollino, Vincenzo Esposito ed Antonio Viceconte, per affermare questo senso comune di rapportarsi alle varie vicende della vita, soprattutto nel rispetto delle singole dignità. “Ancora una volta il semplice gesto – ha precisato il Sindaco, Domenico Lo Polito a margine dell’appuntamento salutando tutti – ha voluto sottolineare, coinvolgendo, i sentimenti che abbiamo rinnovato, convinti che istanti del genere aiutano ad accrescere quel senso di squadra che oggi sempre più il bene comune necessita per essere reso nonostante difficoltà e limitazioni le quali, purtroppo, la pubblica amministrazione deve condividere per scelte centralistiche, ma che non possono ridurre quel suo proprio ruolo, conferitogli dalla legge, di primo avamposto ed interfaccia dello Stato con i cittadini sul Territorio per rispondere al disagio dei più deboli.” Successivamente gli Uffici hanno anticipato la loro chiusura per dare l’opportunità ai dipendenti di raggiungere le loro famiglie, fermo restando l’assicurazione dei servizi essenziali.

 
< Prec.   Pros. >