TUTTE LE NOTIZIE DEL COMUNE DI CASTROVILLARI, VIA INTERNET 24h su 24h
Direttore Sindaco pro tempore
Direttore responsabile: G. Brunetti

A Civita..nova anche una riflessione su "Quelli che se ne vanno". Libro di Enrico Pugliese PDF Stampa E-mail
sabato 01 settembre 2018
..per capire le nuove emigrazioni italiane che rendono deboli la crescita dei territori e comunità locali. Uno sguardo nella presentazione del Testo "denuncia" anche ai cosiddetti Millennials, quella generazione nata tra gli anni Ottanta del Novecento e gli inizi degli anni Duemila che sta lasciando continuamente il Paese per lavorare all’estero.

 

Sabato primo settembre, terza giornata di appuntamenti dell’evento “Civita..nova vivere il centro storico” , Castrovillari accoglierà nel Chiostro del Protoconvento francescano, alle ore 18, la presentazione del libro “Quelli che se ne vanno”, edizioni Il Mulino, sulla nuova emigrazione italiana di giovani e meno giovani, del docente universitario, Enrico Pugliese, della “Sapienza” di Roma. L’incontro è moderato dal Sindaco, Domenico Lo Polito, e prevede i contributi dei docenti UNICAL, Vittorio Cappelli e Matteo Marini, oltre quello del segretario comprensoriale della CGIL, Giuseppe Guido. Le conclusioni sono affidate naturalmente all’autore. “Un appuntamento importante- sottolinea il primo cittadino- che non è assolutamente avulso dal contesto in cui si propone perché riguarda distacchi importanti crescenti e , per tale motivo preoccupanti per la nostra società; questi “esodi” rendono più difficile lo sviluppo dell’esistente bisognoso di capacità fresche e dinamiche per dare forza ai Territori. Un incontro ed uno spazio di dialogo- precisa- interessanti, che raccontano il nostro presente e il nuovo cambiamento nei luoghi della vita a partire da un testo che fotografa la realtà oggi, in movimento.” La manifestazione per vivere appieno il centro storico nel rione- quest’ultimo denominato anche salotto della città per le tracce identitarie che v’insistono- supportata nella quattro giorni dall’Amministrazione comunale con il patrocinio della Regione e l’ausilio dell’attenta e scrupolosa direzione artistica della Pro Loco attraverso Gerardo Bonifati, offrirà, ovviamente, come già presentato nel programma, altra animazione ed incontri. Alle ore 20 Reading teatrale di Maria Zanoni ed Enzo Cordasco ancora nel Chiostro del Protoconvento; a seguire l’apertura dei percorsi artigianali ed enogastronomici che accompagnano l’intera iniziativa; mentre alle ore 21,30 si terrà , tra i vicoletti, la sesta rassegna d’arte di strada tra giocolieri, teatro, musica e magia. Già le presenze, che hanno caratterizzato i primi giorni, esprimono coinvolgimenti importanti che registra l’appuntamento per come si pone e per quello che trasmette in un “fiume” di risorse. Il tutto in un contesto arricchito dalle postazioni nel Castello Aragonese con mostre e proposte d’itinerari per conoscere e visitare come la passeggiata storico naturalistica in programma alle ore 16 con avvio da palazzo Cappelli alla riscoperta delle testimonianze presenti. Il museo archeologico è aperto presso il Protoconvento a cura del Gruppo Archeologico del Pollino, mentre i diversi spettacoli animeranno, grazie alle associazioni partecipanti, i vari angoli: fatti da location e Salotti, come tra gli altri farà quella culturale Kemusica nella piazzetta Sant’Andrea con lezioni, esibizioni e james session musicali. Una girandola di opportunità, grazie alla presenza di uomini e donne del lavoro con le loro intraprese, che si offre, certi -aggiunge il Sindaco Lo Polito-, che i centri storici sono i veri motori identitari e trainanti del nostro tessuto sociale quando incontrano dedizioni appassionate: le forze che trasportano l’esistente. “E’ questo il Cuore dell’evento – ricorda ancora –, che desidera rendere protagonista la realtà da suscitare, rilanciare e farla percepire come possibilità di crescita."

 
< Prec.   Pros. >