TUTTE LE NOTIZIE DEL COMUNE DI CASTROVILLARI, VIA INTERNET 24h su 24h
Direttore Sindaco pro tempore
Direttore responsabile: G. Brunetti

Sedi giudiziarie. Interviene il Sindaco in un dibattito sempre aperto PDF Stampa E-mail
domenica 27 maggio 2018

 

“Puntualmente, ad ogni cambio di governo, torna di attualità, in alcuni territori, la problematica delle sedi giudiziarie soppresse, delle improbabili riaperture, delle lotte tra parti politiche e comunità territoriali. Il dibattito suscitato dalla legge delega 148/2011 e dal successivo decreto legislativo 155/2012 rimane sempre vivo ed attuale.” Lo afferma in una dichiarazione resa alla stampa il Sindaco, Domenico Lo Polito, precisando che “.. La discussione aperta, fa parte di quel principio democratico della libera espressione del proprio pensiero. Ad esso si associa il sacrosanto diritto, di parte- dice- , di rivendicare situazioni migliorative per singole comunità. A tali principi, tuttavia, si accompagnano i pari diritti, interessi e tutele dei cittadini di altre comunità. Tale premessa è necessaria – aggiunge il primo cittadino- per affrontare un tema che da qualche giorno, senza apparente utilità e fondatezza, e non si capisce neppure se generato da notizie vere, mira a coinvolgere, in un confronto tutto politico, altre istituzioni dello Stato che, viceversa, al netto di posizioni di parte, meritano di essere salvaguardate e sostenute da tutte le forze politiche, sociali e sindacali, organizzazioni, associazioni e singoli cittadini che vivono in questi Territori. Il Procuratore Capo delle Repubblica di Castrovillari, dott. Eugenio Facciolla, si è trovato, senza ragione, coinvolto – precisa il Sindaco- in una polemica che, se da un lato non porta utilità alla causa di chi auspica una riapertura del tribunale di Rossano, dall’atra può indebolire un’azione di difesa dei nostri territori da una criminalità, sempre più organizzata, che dimostra capacità invasive sempre più raffinate. Ritengo- aggiunge -, che organi come quelli della Magistratura, indipendenti a giusta ragione, debbano essere sostenuti perché garanti dei nostri diritti, dei nostri bisogni di convivenza pacifica, delle nostre ambizioni di uomini liberi. Il lavoro che la Procura della Repubblica di Castrovillari sta portando avanti, con un gruppo di pubblici ministeri valenti e ben coordinati e diretti dal dott. Facciolla, garantisce – spiega il Sindaco - cittadini ed istituzioni nello svolgimento delle proprie azioni ed attività. La loro opera di prevenzione, prima ancora che di repressione, è patrimonio acquisito. Il controllo di un territorio vasto necessita di coesione civile, sociale e politica alle quali nessuna delle forze sane della nostra comunità può sottrarsi. La nostra maltrattata regione, anche per attrarre investimenti e turisti, necessari a sostenere l’economia, deve dare un segnale forte di legalità, non formale, ma reale. Occorre garantire le condizioni del lavoro e la repressione dello sfruttamento. Tutto questo è possibile- fa presente nel concludere- rafforzando le istituzioni. Nel solco di queste logiche ogni iniziativa diretta a migliorare le nostre condizioni di vita è auspicabile. Ben venga, quindi, il dibattito politico franco, aperto, corretto sui temi alti della Sanità, del lavoro, della Giustizia, dello Sviluppo economico ed altro. Tutto questo, però, nel rispetto di ruoli e funzioni e nella sola logica del rafforzamento di chi svolge attività, molte volte rischiose e delicate, che meritano una rete di protezione che solo una comunità coesa può assicurare”.

 
< Prec.   Pros. >