TUTTE LE NOTIZIE DEL COMUNE DI CASTROVILLARI, VIA INTERNET 24h su 24h
Direttore Sindaco pro tempore
Direttore responsabile: G. Brunetti

Comitati di Quartiere. Incontro del Coordinamento con l'Amministrazione PDF Stampa E-mail
giovedì 17 maggio 2018
..tra l'importanza del rilancio delle capacità partecipative, esigenze di maggiore confronto ed interlocuzione, nonché opportunità di rendere l'inclusione come ulteriore percorso di crescita per una socialità interprete delle politiche sussidiarie.

 

I Comitati di quartieri, nati a Castrovillari per volontà dell'Amministrazione comunale, si sono incontrati, attraverso i loro responsabili nel Coordinamento, l’altro pomeriggio, nella Sala Giunta, al primo piano del palazzo di città, in una riunione a cui ha partecipato il Sindaco, Domenico Lo Polito, che ha rilanciato l’importanza degli organismi democratici. Con lui Cristina Cosentino, delegata per il progetto “Verticalia” che include tale esperienza di sussidiarietà verticale, e il consigliere Giuseppe Oliva. Nella riunione, che avrà un suo nuovo passaggio nella prima decade di giugno, l’Amministrazione comunale, oltre a fare il punto sullo stato di attuazione del programma – comunicando le azioni in corso e prossime in città- , ha riaffermato la volontà di portare avanti la capacità dei Quartieri puntando, però, su una maggiore interlocuzione e interazione tra di essi, che non possono prescindere dagli interpreti che li costituiscono e da quella sinergia propulsiva propria e Cuore di questi strumenti per l’inclusione dal “basso”. “Per rendere meglio questo – è stato detto- in una delle prossime riunioni dell’assise municipale sarà portato all’ordine del giorno l'elenco degli ultimi componenti al fine di completare la formazione delle liste dei non eletti e sostituire gli assenti nei Comitati.” “Ma c’è pure l'esigenza- è emerso- di accrescere la “rete” tra gli stessi al fine di curare quegli aspetti comuni e condivisi fondamentali (primo tra tutti la partecipazione alla vita di quartiere intesa come patrimonio di “quell’angolo” di residenzialità che la sussidiarietà, temprata dal miglior dialogo, può moltiplicare in quella crescita del senso civico, base di ogni convivenza che si rispetti).” Obiettivo finale dell'ultima parte della sperimentazione in corso sarà quello di arrivare al prossimo novembre per dar vita alle autonome elezioni dei Comitati, come ulteriore opportunità di partecipazione diretta e attiva consegnata alle molteplici espressioni sociali per moltiplicare ogni aspetto del dialogo con il Comune, e non solo la semplice presentazione d’istanze sulle emergenze quotidiane, che comunque ci stanno tutte nella vita dei luoghi come l’esigenza di un cambiamento mosso da un impeto. “Missione faticosa ma non impossibile- ha ribadito l’Amministrazione a margine del confronto- per chi intende rendere fruttuosa la propria partecipazione volontaria e gratuita alla costruzione della cosiddetta cultura delle buone pratiche. “Per questo- ha aggiunto – è importante realizzare con semplicità, e senza pensare chissà o che cosa, occasioni e momenti di coinvolgimento e comunicazione diretti per la immediata conoscenza della realtà. Una sfida – è stato precisato- che ha bisogno di tutti, di dedizione, un po’ di sacrificio, lavoro e il desiderio di fare per una migliore socialità e qualità della vita che necessitano solo di disponibilità e amore per l’esistente con ciò che lo muove, lo connota, gli da dignità e anche lo limita.”

 
Pros. >