TUTTE LE NOTIZIE DEL COMUNE DI CASTROVILLARI, VIA INTERNET 24h su 24h
Direttore Sindaco pro tempore
Direttore responsabile: G. Brunetti

Intitolata Strada ad Alberti. Medaglia d'oro al valor militare nella Grande Guerra PDF Stampa E-mail
sabato 03 febbraio 2018

 

Due città della Calabria Citra dell'Area del Pollino insieme fanno memoria di un Uomo che si è distinto nella Grande Guerra per aver compiuto gesti eroici. E continua cosi pure lo sguardo attento e riconoscente dell'Amministrazione Comunale di Castrovillari a coloro che sacrificarono la loro vita per la Patria e gli ideali che la rendono. A Gaetano Alberti, insignito della Medaglia d'oro al valor militare perché Caduto nella Prima Guerra mondiale a Castelnuovo sul Carso alla guida della 7 Compagnia del 142° Reggimento Fanteria della Brigata "Catanzaro", è stata intitolata, sabato 3 febbraio, a Castrovillari , una strada che si trova nella parte nord della città, alle spalle di un rinomato supermercato. Il milite era nato a Mormanno il 23 Luglio 1878; svolse la professione di Avvocato nel Foro di Castrovillari, dividendo lo Studio con il fratello Salvatore. Quando scoppiò la Grande Guerra era Sindaco del Comune di Mormanno, dopo aver ricevuto il suffragio unanime dei suoi concittadini. Si arruolò nell'Esercito e fu sottotenente di complemento per servire la Patria. Poteva usufruire dell'esonero in qualità di Primo Cittadino, ma vi rinunciò. Nonostante era fortemente legato alla Terra che gli diede i natali, mise da parte la sua vita privata forte di quel senso di appartenenza e di devozione che lo animavano. La sua persona e capacità sono state tratteggiate, in una giornata uggiosa e in un momento particolarmente sentito, prima del trasferimento nel palazzo di città dove è continuata la cerimonia e sono intervenuti i primi cittadini di Mormanno e del capoluogo del Pollino, oltre Salvatore Alberti per la famiglia, dal sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito; per l'occasione hanno partecipato, con il Corpo dei Vigili, il Sindaco di Mormanno, Giuseppe Regina e il consigliere di quella città, Gianluca Grisolia, oltre il consigliere di Castrovillari Nino La Falce, rappresentanti d'Arma, i familiari e diversi cittadini di Mormanno tra cui il parroco don Carlo Russo.

 
< Prec.   Pros. >